Firma & Personalità

signature

Cosa rivela la firma di te?

La firma, come abbiamo già affermato nell’articolo della scorsa settimana riguardante Scrittura & Personalità, parla di noi, rivelando il nostro io più profondo ma anche l’io sociale, è una vera e propria impronta, un marchio che può anche variare leggermente in quanto registra anche i cambiamenti, i momenti di passaggio o di crisi.

Ma vediamo più nel dettaglio i “segni” che ci rivelano la personalità dello scrivente.

Oltre alla leggibilità che abbiamo affrontato nell’articolo di venerdi scorso, fondamentale è la grandezza, come riassume egregiamente l’infografica seguente.

signature analysis

Una firma di grandi dimensioni rivela una persona che vuole essere notata, tendenzialmente egocentrica, sempre pronta all’azione, che osa e dalle ampie prospettive.

All’opposto una firma piccola svela introspezione, modestia, concentrazione ed attenzione ai dettagli: una persona che non ama essere al centro dell’attenzione, ma che tende ad autorealizzarsi.

Se la firma è media, svela una persona equilibrata e nello stesso tempo realistica, concreta e flessibile che si trova a proprio agio tra le persone e lavora bene con gli altri, ma anche da sola.

Infine, una firma molto piccola indica introversione, buona concentrazione, precisione, una persona razionale, selettiva e che evita accuratamente di stare al centro dell’attenzione.

Con gli imprenditori della Apple iniziamo ad analizzare le firme dei CEO del settore tecnologico, come mostra l’infografica creata da di myprint247 .

Apple Ceo Signature

Timothy Donald Cook, più noto come Tim Cook, amministratore delegato di Apple dal 24 agosto 2011, ha una firma illeggibile che dimostra che ha velocità di pensiero, e la mancata sottolineatura sta ad indicare che preferisce che i risultati parlino per lui. Non ha bisogno di dire chi sia o cosa faccia, la sua reputazione lo precede.

Steven Paul Jobs, meglio conosciuto come Steve Jobs è stato un informatico,  imprenditore, produttore cinematografico statunitense e fondatore di Apple, di cui è stato amministratore delegato fino al 24 agosto 2011. Nella firma di Steve Jobs, la lineetta acuta ed inclinata sulla “i”, invece del classico puntino, rivela la sua natura impaziente ed aggressiva. L’orientamento verso l’alto svela invece il suo senso dell’ambizione e la tendenza a saper guardare al futuro.

Stephen Gary Wozniak, detto (The) Woz o Wizard of Woz, è un informatico ed inventore statunitense, ma di origini polacche. Ed insieme a Steve Jobs nel lontano primo aprile 1976 hanno fondato l’azienda statunitense che produce sistemi operativi, computer e dispositivi multimediali con sede a Cupertino, la Apple. Per la sua firma usa il suo diminutivo che rivela uno spirito indipendente e fiducia nelle proprie abilità. Questo eccesso di autostima si denota dalla lettera iniziale “W” ampia ed inclinata.

Continuate a seguirci sul nostro blog. Venerdi prossimo continueremo con l’analisi delle firme dei maggiori imprenditori ed innovatori del mondo tech, ci sarà anche il fondatore di Facebook, Mark Zuckerberg.

 

  •  
  •  
  •  
  •   
  •  
  •