La riscoperta della scrittura a mano con il Festival delle Lettere 2016

Il Festival delle Lettere 2016

Riscoprire il piacere di scrivere di proprio pugno e scegliere di imprimere le proprie emozioni e le proprie idee su carta, affidandosi a penna, busta e francobollo, invece di usare tastiera e computer, questo il cuore pulsante del Festival delle Lettere che si tiene a Milano, presso il Teatro Verdi dall’11 al 19 ottobre 2016. Giunto alla sua dodicesima edizione con 222.369 lettere scritte a mano all’attivo, il tema del Festival delle Lettere 2016 è  “Lettera a un artista”, artista vivente o meno, vivo nei ricordi o nell’immaginario collettivo, che esprima la sua personalità attraverso una qualsiasi forma d’arte.

Per inaugurare questa dodicesima edizione, il 29 settembre il Festival delle Lettere ha trasformato Piazza Gae Aulenti a Milano in un Porto di Emozioni, in collaborazione con gli artisti dell’Associazione Calligrafica Italiana che ha trasformato le lettere più emozionanti raccolte negli anni, in barchette di carta contente anche una dolce sorpresa: un cioccolatino Lindor.  Queste “barchette di scrittura” potevano essere portate con sé, scoprendo il particolare messaggio o lasciarne un proprio messaggio, scritto rigorosamente a mano.

E ad inaugurare questa dodicesima edizione del Festival delle Lettere 2016 e a dare il benvenuto al Porto di Emozioni c’era un’installazione a forma di barchetta di carta gigante posizionata all’ingresso principale della piazza.

porto-di-emozioni-festival-delle-lettere

Mercoledi 12 ottobre alle ore 20.30 salirà sul palco del Teatro Verdi Angelo Pisani nei panni del “Professor Hacker” che porterà in scena la sfida tra vecchi e nuovi mezzi di comunicazione: l’era epistolare si scontrerà con l’era digitale e virtuale.

Giovedi 13 ottobre sarà la volta di “Lettera G”, spettacolo irriverente ed ironico con un cast tutto al femminile.

Venerdì 14 ottobre le emozioni del cinema si fondono con quelle della scrittura. I migliori film ispirati alla Lettera al Futuro del Pianeta della Dr Jane Goodall, saranno proiettati in esclusiva sullo schermo del Teatro Verdi Milano, con la conduzione di Giorgia Surina.

Sabato 15 ottobre Vinicio Capossela intreccerà la sua musica alle parole scritte nelle lettere più belle firmate e dedicate agli artisti di ogni genere.

Domenica 16 ottobre è la volta della consegna della Lettera d’Oro, con la premiazione delle lettere vincitrici del Festival delle Lettere 2016, presenti Vinicio Marchioni, Milena Mancini e Gigio Alberti, mentre la conduzione è affidata a Omar Fantini e l’accompagnamento musicale a Sara Calvanelli.

La rassegna chiude con lo spettacolo teatrale La lavatrice del cuore, scritto da Edoardo Erba ed interpretato da Maria Amelia Monti e nato dalle lettere raccolte tra quelle appartenenti alla categoria “Lettera di un’adozione 2013”, nasce La Lavatrice del cuore, spettacolo. 17-19 ottobre .

Inoltre ci sarà Lettera alle fiabe!, l’iniziativa pensata per bambini e ragazzi, veri e propri laboratori creativi volti a sensibilizzare sull’uso delle lettere scritte a mano come una modalità per esprimersi e per liberare la propria creatività.

La Giuria de Il Festival delle Lettere 2016 ha selezionato le migliori lettere “dal cassetto”, quelle “a tema libero” e quelle “under 14”. Lo spettacolo di premiazione si terrà domenica 16 ottobre a Milano, sempre presso il Teatro Verdi.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •  
  •